Restrizioni Tosi, Verona riapre al panino all’aperto

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Il Comune di Verona sta ipotizzando di riaprire alcuni luoghi della città al pranzo al sacco. Come scrive Ilaria Noro su l’Arena a pagina 17, la richiesta proviene dall’Aca (Animatori culturali ambientali) associazione che accompagna spesso le scolaresche in visita a Verona. L’Aca ha chiesto al Comune di superare le restrizioni poste dall’ex sindaco Flavio Tosi che, con un ordinanza antidegrado, aveva proibito di consumare cibi e bevande in alcuni luoghi del centro storico come ad esempio i gradini di Palazzo Barbieri o quelli della Domus Mercatorum.

Tra gli spazi che potrebbero essere riaperti alle merende all’aperto si pensa in particolare all’ex Macello e alla Dogana d’acqua, ma anche all’ex Arsenale, il parco Raggio di Sole e il Nievo, questi ultimi già provvisti di servizi igienici e spazi al coperto. Sulla proposta sono al lavoro, tra gli altri, l’assessore alle Politiche giovanili Filippo Rando insieme alle colleghe con delega al Patrimonio Edi Maria Neri, Turismo Francesca Briani e Arredo urbano Francesca Toffali.

(ph: w-dog.net)

Tags: ,

Leggi anche questo