Restrizioni Tosi, Verona riapre al panino all’aperto

Il Comune di Verona sta ipotizzando di riaprire alcuni luoghi della città al pranzo al sacco. Come scrive Ilaria Noro su l’Arena a pagina 17, la richiesta proviene dall’Aca (Animatori culturali ambientali) associazione che accompagna spesso le scolaresche in visita a Verona. L’Aca ha chiesto al Comune di superare le restrizioni poste dall’ex sindaco Flavio Tosi che, con un ordinanza antidegrado, aveva proibito di consumare cibi e bevande in alcuni luoghi del centro storico come ad esempio i gradini di Palazzo Barbieri o quelli della Domus Mercatorum.

Tra gli spazi che potrebbero essere riaperti alle merende all’aperto si pensa in particolare all’ex Macello e alla Dogana d’acqua, ma anche all’ex Arsenale, il parco Raggio di Sole e il Nievo, questi ultimi già provvisti di servizi igienici e spazi al coperto. Sulla proposta sono al lavoro, tra gli altri, l’assessore alle Politiche giovanili Filippo Rando insieme alle colleghe con delega al Patrimonio Edi Maria Neri, Turismo Francesca Briani e Arredo urbano Francesca Toffali.

(ph: w-dog.net)

Tags: ,

Leggi anche questo