Vinitaly, Coldiretti: «abolizione voucher, persi 25 mila posti di lavoro»

14:30 – Con l’abrogazione dei voucher sono stati persi almeno 25 mila posti di lavoro tra le vigne per giovani e pensionati durante l’ultima vendemmia. È la Coldiretti a tracciare al Vinitaly il primo bilancio sugli effetti della nuova disciplina introdotta nel 2017 che ha sostituito lo strumento dei buoni, definendola «un vero flop in agricoltura». In un anno particolarmente duro sul piano occupazionale per effetto di un raccolto ai minimi storici, la Coldiretti stima che nell’ultima vendemmia l’utilizzo dei nuovi voucher sia risultata pari ad un valore inferiore al 2% di quello fatto registrare nell’anno precedente.

Tra le motivazioni, un eccesso di inutile burocrazia di cui è responsabile la piattaforma informatica creata dall’Inps, che non tiene in considerazione le specificità dell’attività agricola. «L’Italia non può permettersi di perdere le grandi opportunità di lavoro che vengono da uno dei settori più dinamici dell’economia», afferma il presidente la Coldiretti Roberto Moncalvo, sottolineando che il «nuovo Parlamento e il Governo hanno il dovere di ripensare ad uno strumento per il settore che semplifichi la burocrazia per l’impresa, sia agile e flessibile rispondendo soprattutto ad un criterio di tempestiva disponibilità all’impiego e dall’altra generi opportunità di integrazione al reddito per giovani studenti, pensionati e cassa integrati». (Fonte: Ansa – 12:59)

(Ph. Shutterstock)

Tags: ,

Leggi anche questo