Consob, neopresidente Nava: «migliorare nostro operato»

«Prendo la guida della Consob in un momento di bassa reputazione. Il lavoro della Commissione d’inchiesta va studiato a fondo per vedere cosa fare per migliorare il nostro operato, a cominciare dalle relazioni con Bankitalia, Ivass e Tesoro. Si richiede un salto di qualità di cui credo tutto il nostro personale abbia voglia». Così, in un’intervista a Marco Zatterin sul Mattino a pagina 13, il neopresidente di Consob, Mario Nava. «Privilegiare l’intervento preventivo rispetto a quello sanzionatorio ex post – aggiunge – . Servono relazioni continue, istituzionali e stabili coi partecipanti al mercato. Intendo creare un gruppo in cui chiamerò i principali operatori, le banche, i consumatori, le aziende quotate, gli emittenti di titoli, gli intermediari. Si tratta di ragionare e vedere assieme cosa è meglio per tutti».

E sul risparmio tradito Nava conclude: «laddove ci sono regole, i rischi sono minimizzati. Vorrei che in Italia si capisse la differenza fra risparmio e investimento. Chi compra azioni, non è più un risparmiatore (…) Siamo in un’economia di mercato. Una volta che hai detto “attenzione, non ci sono garanzie e puoi perdere tutto!”, se uno vuole andare avanti, è una sua scelta, a suo enorme rischio e pericolo. Le autorità europee hanno messo in guardia sui rischi».

(ph: wikipedia)

Tags: