Vuole eredità, nipote brutalizza nonna 90enne: «muori presto»

Sputi, insulti, danni in casa e l’augurio di «crepare al più presto». Questo, scrive Milvana Citter sul Corriere del Veneto nell’edizione di Treviso a pagina 6, il trattamento che un 27enne di Vedelago ha riservato nonna quasi 90enne per costringerla a lasciarle in eredità la casa. Tutto è cominciato quando i genitori del ragazzo sono stati allontanati dall’abitazione sopra quello dell’anziana parente nel 2013 per via delle medesime pressioni. Da quel momento in poi il ragazzo, rimasto nell’appartamento ha continuato con le vessazioni verbali e fisiche per circa tre anni.

Il 27enne manifestava il suo disprezzo quotidianamente: sputava davanti a sua nonna, la insultava quando usciva di casa, lasciava l’erba del giardino incolta per ostacolare il suo cammino, la filmava per infastidirla quando riceveva delle visite. In un’occasione la avrebbe lasciata per terra per 20 minuti sopo una caduta filmandola e deridendola. In un altra ha forzato la porta per entrare nell’abitazione della nonna senza il suo consenso. Il ragazzo è infine stato denunciato per maltrattamenti e il processo a suo carico è iniziato. L’anziana è ora ricoverata in una casa di riposo.

Tags: ,