Pfas, comitato scientifico permanente per difesa acqua

La Regione Veneto ha istituito un “Comitato scientifico permanente” per la tutela dell’acqua potabile veneta che faccia da supporto alla commissione “Ambiente e salute”. Lo rende noto un comunicato della Regione Veneto. Il comitato sarà presieduto da Nicola Dell’Acqua, dg di Arpav. Nel comitato ci saranno per l’Università di Verona il prof. Giovanni Vallini (Biotecnologie) mentre per l’Università di Padova il prof. Andrea Tapparo (Scuola di valutazione e gestione del rischio chimico), la prof. Sara Bogialli (Scienze chimiche), il prof. Paolo Fabbri (Geoscienze). Saranno affiancati da un rappresentante ciascuno del Criep (ricerca sull’economia pubblica); del Cnr sia per l’Idpa che per l’Irsa (risorse ambientali e acque); di Scienze ambientali di Ca’ Foscari-Venezia; dell’Iss-Istituto superiore di sanità; di Biologia e di Scuola di ingegneria dell’Università di Padova.

Il comitato si occuperà di identificare le risorse idriche da sfruttare per garantire riserve idriche adeguate al Veneto e di identificare e monitorare le fonti che potenzialmente inquinano le falde usate per l’acqua potabile, per insediamenti industriali, civili, agricoltura e allevamenti. Gli esperti dovranno altresì stabilire quali norme di tutela vadano imposte per ridurre al massimo i rischi di contaminazione, stabilire le norme per il monitoraggio delle falde e per il trattamento delle acque pescate per gli acquedotti.