Ama un italiano, padre e fratello sgozzano pakistana

La famiglia della ragazza 25enne risiede a Brescia e lei lavorava a Milano. Sana Cheema è stata ammazzata perché voleva vivere all’italiana. Purtroppo non è la prima volta. Proprio a Brescia infatti ci fu il caso di Hina Salem. Sana sarebbe stata uccisa in Pakistan, dove i suoi familiari, musulmani, le hanno teso una trappola per impedirle di sposare un italiano.

Per lei invece la famiglia aveva già organizzato un matrimonio combinato, ma la coraggiosa ragazza ormai si sentiva italiana e ha osato ribellarsi alle tradizioni per vivere la sua vita liberamente e sposare il ragazzo che amava. La vita l’aveva trovata in Italia, ma è nel suo Paese d’orogine che ha però trovato solo la morte.

(Fonte: Bsnews.it)

(Ph: Instagram – Sana Cheema)