Processo BpVi, maxi-udienza e misure straordinarie

A partire dalle 9:15 di oggi si terrà una nuova udienza, al tribunale di Vicenza, per quanto riguarda il processo relativo al crac di Banca popolare di Vicenza. Come scrive Matteo Bernardini su Il Giornale di Vicenza a pagina 20, dopo la richiesta di aggiungere le accuse di ostacolo alla vigilanza della Consob al procedimento, le 5 mila parti civili del troncone principale potrebbero raddoppiare. L’affluenza si prevede pertanto molto cospicua, si potrebbe andare avanti fino al pomeriggio e gli addetti si preparano a un lavoro fuori dall’ordinario.

Dovrà essere valutata la posizione dell’ex dg Samuele Sorato, la cui posizione era stata stralciata per motivi di salute. Saranno in aula anche l’ex presidente Giovanni Zonin, l’ex consigliere di amministrazione Giuseppe Zigliotto e gli ex vice direttori Emanuele Giustini, Andrea Piazzetta e Paolo Marin, oltre al dipendente Massimiliano Pellegrini. Per tutti l’accusa è aggiotaggio, falso in prospetto e ostacolo alla vigilanza. I difensori degli imputati potrebbero chiedere lo spostamento del processo, ipotesi concessa «quando gravi situazioni locali, tali da turbare lo svolgimento del processo e non altrimenti eliminabili, pregiudicano la libera determinazione delle persone che partecipano al processo ovvero la sicurezza o l’incolumità pubblica, o determinano motivi di legittimo sospetto».

 

Tags: , , ,

Leggi anche questo