Padova, timbrava e andava in palestra: denunciata dipendente Arpav

Timbrava la mattina e poi spariva in palestra, a fare shopping o al mercato. Un impiegata dell’Arpav distaccata al Genio Civile di Padova è finita nei guai dopo che alcuni colleghi si sono insospettiti di vederla entrare e uscire sempre con un borsone e l’hanno denunciata. L’assenteista incallita ora andrà a processo con l’accusa di truffa. Ad inchiodarla anche numerosi video e immagini scattate dai dipendenti dell’ufficio in corso Milano. L’impiegata infedele rischia inoltre la sospensione o il licenziamento come previsto dalla legge Madia che ha inasprito le punizioni nei confronti dei “furbetti del cartellino”.

Fonte: Corriere del Veneto

Tags: ,