«Treviso, sistema di boschi e sostegno all’agricoltura urbana»

«È nostra intenzione rigenerare le zone agricole rimaste nella parte nord della città, per valorizzare la grande biodiversità della zona delle risorgive, da quelle della Storga a quelle del Botteniga, andando a recuperare i lacerti di spazi verdi che sono ancora presenti, qui e lì tra zone industriali e residenziali». Lo afferma Dario Brollo (in foto), componente storico della lista Treviso Civica, che lancia la proposta di un grande sistema di boschi periurbani, valorizzando e incrementando il verde esistente e valorizzando l’agricoltura e le zone umide e di risorgiva.

«Stiamo lavorando ad un’idea organica di area verde, agricola e di tutela, per la biodiversità e la salute dei cittadini», aggiunge Brollo, puntando al recupero di zone poco conosciute, come il bosco nei pressi della chiesa di San Bartolomeo, il parco dell‘istituto Ramazzini, o i campi a nord della viale della Repubblica. Una nuova sfida per i prossimi 5 anni, dopo gli interventi in materia di ambiente attuati dall’amministrazione Manildo su proposta della lista: dalle centinaia di nuove piante lungo i bordi delle strade, al restauro arboreo di viale Jacopo Tasso, di viale Vittorio Veneto e della passeggiata delle mura, fino al processo di trasformazione di Prato della Fiera.

(Ph. Dario Brollo / Facebook)

Tags: ,