Fattura elettronica, Confartigianato Vicenza: «aiutiamo via cloud»

Dal 1 luglio i distributori di benzina e gasolio dovranno emettere le fatture elettroniche e di conseguenza i loro fornitori dovranno essere in grado di ricevere le fatture con questa nuova modalità voluta dall’Unione Europea per contrastare l’evasione dell’Iva. Il direttore di Confartigianato Vicenza Pietro Francesco De Lotto ha annunciato misure per aiutare le imprese coinvolte. «Affiancheremo le aziende socie nell’affrontare questa modernizzazione fornendo sia strumenti adeguati sia le competenze dei nostri professionisti fin dal nel periodo iniziale» ha detto De Lotto in un comunicato.

«Si è stimato che le aziende artigiane interessate da questa prima scadenza – prosegue la nota – saranno 10.700, pari al 44,2% dell’artigianato provinciale, tra cui anche le 1.272 realtà del settore del Trasporto sia merci che persone, che è coinvolto integralmente. La soluzione creata da Confartigianato Vicenza per le imprese, fornita in modalità cloud e utilizzabile via internet, permette di gestire in maniera rapida, semplice e sicura tutto il flusso di Fatturazione Elettronica. Il sistema permette di creare la fattura, sia compilando manualmente un apposito form che importando i documenti da altri gestionali, di generare il file conforme alle specifiche richieste, di firmare digitalmente il documento ed inviarlo al Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate. Un sistema di notifiche controlla e informa sul recapito dei documenti e sull’esito. Il sistema è integrato anche con il cosiddetto “ciclo passivo”, per cui la procedura acquisisce direttamente le fatture di acquisto che l’impresa riceve in formato elettronico e segnala all’impresa la presenza di nuovi documenti tramite email, PEC, SMS o altri canali prescelti. Infine – conclude De Lotto – tutte le fatture vengono archiviate digitalmente e conservate a norma di legge».

Tags: ,