Avicii, la famiglia parla di suicidio

A qualche giorno dalla morte del dj e produttore Avicii, arriva una nota dalla famiglia del giovane che ha messo sotto shock tutti. Nella missiva si lascia intuire che Tim Bergling, vero nome del dj svedese, si sarebbe suicidato lasciando un messaggio indirizzato ai suoi cari.

«Il nostro amato Tim – inizia la nuova lettera – era un cercatore, una fragile anima artistica in cerca di risposte a domande esistenziali. Un perfezionista che ha viaggiato e lavorato sodo arrivando ad una condizione di stress estremo. Quando ha smesso di andare in tour, ha cercato di trovare un equilibrio nella vita per essere felice ed essere in grado di fare quello che amava di più – la musica. Ha combattuto veramente con pensieri riguardanti il Significato, la Vita e la Felicità. Non poteva andare avanti ancora a lungo. Voleva trovare la pace. Tim non era fatto per la macchina del business in cui si è ritrovato dentro – si legge nel finale -; era un ragazzo sensibile che amava i suoi fan ma evitava le luci dei riflettori. Tim ti ameremo per sempre e ci mancherai. La persona che eri e la tua musica terranno la tua memoria viva. Ti vogliamo bene. La tua famiglia».

Tags: