Valdobbiadene, sfregiata lapide partigiani

Nella notte del 24 aprile è stato sfregiato il cippo ai caduti della lotta partigiana contro i nazifascisti. che si trova in zona Mariech a Valdobbiadene in provincia di Treviso. Come si vede nella foto rimbalzata ieri sui social, la lapide è stata coperta con la scritta spray “infami” ripetuta 3 volte. Come scrive Fabio Poloni su La Tribuna a pagina 21, a scoprire il vergognoso gesto, è stato scoperto ieri mattina un gruppo di membri dell’Anpi di Valdobbiadene che, come ogni 25 Aprile, stava portando una corona di fiori al monumenti. Il memoriale è lì dal 1984 e ricorda il sacrificio di 126 membri delle brigate Mazzini e Garibaldi. Con quello di ieri, salgono a 8 gli sfregi di matrice politica inflitti al cippo dal 2006 a oggi.

«Abbiamo presentato denuncia contro ignoti – commenta Luigi Polegato dell’Anpi di Valdobbiadene – non posso dire chi è stato perché non lo so, ma a Valdobbiadene ci sono sia CasaPound sia Forza Nuova. Con ramificazioni in giunta. E c’è una pesante cappa di indifferenza, anzi, in paese i partigiani sono malvisti forse per un retaggio storico, qui c’era stata la sede del ministero dell’Agricoltura durante la Repubblica di Salò». Sarà la stessa Anpi ad occuparsi della cancellazione immediata della scritta.

(ph: Facebook – Paolo Spinelli nel gruppo “Sei di Valdobbiadene se…”)