BpVi e Vb, Anac gestirà risarcimenti a soci truffati

Sarà l’Anac, autorità nazionale anticorruzione, presieduta dal magistrato Raffaele Cantone, a gestire i risarcimenti ai soci truffati dalle ex popolari venete. Come scrivono Benedetta Centin e Federico Nicoletti sul Corriere del Veneto nell’edizione di Vicenza e Bassano a pagina 17, il sottosegretario all’Eonomia Pier Paolo Baretta ha annunciato che il decreto sul ristoro è pronto ed è stato inviato alla presidenza del consiglio e ai consigli di Stato. «Se torneranno senza obiezioni, procederemo all’approvazione» ha spiegato Baretta. Poi ci sarà la pubblicazione in gazzetta ufficiale, che ne sancirà l’entrata in vigore.

La richiesta di risarcimento da parte di titolari di azioni o bond subordinati, danneggiati (e bisognerà dimostrarlo) da Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca dovrà essere inviata all’Anac. negli anni della crisi delle due banche. All’ente di Cantone spetterà anche decidere l’importo del risarcimento e gestire i tempi, anche se la logica sarà cronologica, cioè si inizierà dalle prime domande di risarcimento che arriveranno.