Pfas, Dell’Acqua (Arpav) nominato commissario: «risolverò emergenza»

Il governatore veneto Luca Zaia ha scelto il direttore generale di Arpav, Nicola Dell’Acqua, come commissario per l’emergenza Pfas. Il commissariamento, che «riguarda lo spostamento dell’acquedotto, non la bonifica», permetterà di ridurre drasticamente i tempi «per autorizzazioni, appalti e lavori», spiega Dell’Acqua, intervistato da Sabrina Tomè su La Tribuna a pagina 15. «La dotazione finanziaria – spiega – è rappresentata dai 56 milioni 700 mila euro che il ministero dell’Ambiente depositerà a tranche in una sorta di conto corrente in Banca d’Italia».

Dell’Acqua intende aprire una seconda sede centrale Arpav da Padova a Vicenza, per rispondere «all’esigenza di stare vicino al territorio e inoltre ha un valore logistico, essendo io sia commissario che direttore generale Arpav. È una soluzione temporanea e parziale. Andrò alcuni giorni a Vicenza in modo da essere vicino a dove le opere vengono fatte; mi fermerò lì due, tre giorni alla settimana».