Napoli, De Magistris: «furti di Stato o di calcio, ci riprenderemo quello che è nostro»

«La nostra Città e il popolo napoletano sono stanchi delle ingiustizie. Ci riprenderemo tutto quello che ci avete levato, conquisteremo quello che ci spetta. Nulla di più di ciò di cui abbiamo diritto». Queste sono le parole che Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, ha scritto stamattina sul suo profilo Facebook e che ricordano un po’ il motto «’Mo ce ripigliamm’ tutt’ chell che è ‘o nuost’» reso celebre dalla serie tv “Gomorra“.

Proseguendo nella lettura del post si comprende che il sindaco si riferisce soprattutto alle polemiche sull’arbitraggio di Inter-Juve, partita che, assieme alla sconfitta del Napoli con la Fiorentina, in cui il difensore azzurro Koulibaly è stato espulso quasi subito, ha portato la squadra di Torino a +4 in classifica a 3 giornate dal termine del campionato di Serie A e rischia di mettere fine al sogno scudetto dei partenopeo. Noi comunque viviamo perché amiamo ed abbiamo un cuore grande e profonda umanità, loro invece si sentono forti e potenti rubando, con furti di Stato o di Calcio. Il maltolto ce lo riprenderemo tutto – conclude De Magistris – senza lamentele e senza cappello in mano, con la schiena dritta e con la lotta».

Tags: