Voleva espellere migranti: si dimette ministro Interno inglese

Il ministro dell’Interno della Gran Bretagna Amber Rudd si è dimessa dopo alcuni giorni di polemiche attorno al caso Windrush, che rischia di far crollare tutto il governo di Theresa May. Sotto accusa una serie di lettere pubblicate dal “Guardian” in cui Rudd chiedeva alla May di espellere un maggior numero di migranti. Tra di loro anche immigrati indiani fatti arrivare in Inghilterra dalle colonie tra il 1948 e il 1970 per sopperire alla carenza di manodopera. A loro erano stati promessi uguali diritti dei cittadini britannici, ma molti di loro, soprattutto i più anziani, non essendo provvisti di passaporto, si sono visti negare le cure mediche e sarebbero stati minacciati di essere espulsi dal Paese.

Quando domenica sul Guardian è apparso che la Rudd aveva scritto alla May di voler aumentare le espulsioni del 10%, la sua posizione è diventata insostenibile. Al suo posto è stato nominato Sajid Javid, figlio di emigrati pakistani. «Potevo essere io» sono state le sue prime parole.

(Fonte: Ilfattoquotidiano.it)

(Ph: Twitter – MomentumCV)