Veneto, Ciambetti: «no a negozi aperti il 1 maggio»

Il presidente del consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti (Lega) in un comunicato si schiera contro le aperture di supermercati e centri commerciali nel giorno della Festa dei lavoratori. «1 maggio al lavoro? No, grazie: sono contrario alle aperture domenicali, figuriamoci a quelle nei giorni delle festività civili condivise in buona parte del mondo – ha detto Ciambetti, dedicando anche un pensiero – a tutti quei lavoratori che, da sempre, sono nel posto di lavoro durante il 1 maggio e nelle varie festività, dal personale sanitario, alle Forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco, personale delle Ferrovie e del trasporto pubblico, turnisti impegnati nei servizi essenziali come il personale adibito ai musei e ai luoghi d’arte, quanti operano nel settore del turismo e vai dicendo.

«Il lavoro è un bene prezioso – continua Ciambetti – è garanzia di libertà e pilastro di democrazia. Questo è il 1 maggio: ricordare a tutti che senza lavoro, senza solidarietà intergenerazionale, senza tutele – ha concluso il Presidente del Consiglio regionale – non può esistere una democrazia compiuta, non può esistere il benessere. Per questo il 1 maggio è la festa di tutti, perché tutti dobbiamo essere consci della centralità del lavoro e dei diritti dei lavoratori».

Tags: