Abu Mazen: «Olocausto? Colpa dei banchieri ebrei»

Il leader palestinese Abu Mazen è finito al centro di una polemica internazionale per alcune frasi di stampo anti-semita. Durante un discorso durante il Consiglio palestinese trasmesso in diretta tv, Abu Mazen ha detto che l’Olocausto è stato causato da certe «mansioni sociali, legate all’usura, all’attività bancaria e simili», ricordando come in Europa gli ebrei siano stati periodicamente massacrati nei secoli, fino alla Shoah.

«Ma perché questo è accaduto? Loro dicono: “È perché siamo ebrei”. Bene, vi porterò tre ebrei, con tre libri, che dicono che l’odio verso gli ebrei non è causato della loro identità religiosa, ma dalle loro funzioni sociali. È un problema differente. Quindi la “questione ebraica”, che era diffusa in tutta Europa, non era diretta contro la loro religione». Il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha commentato definendo Abu Mazen «antisemita e patetico». Il suo vice, Michael Oren in un tweet ha scritto ironico. «Questo sì che è un partner per la pace!».

(Ph. Alexandros Michailidis / Shutterstock.com)