Macerata, sfollato per terremoto si suicida

Una vita di sacrifici spazzata via da un terremoto è stato un trauma dal quale non si è mai ripreso. Tanto da spingerlo a compiere il più estremo dei gesti. Massimo Dell’Orso, 56enne di Castelsantangelo sul Nera (Macerata) si è suicidato lanciandosi da una finestra dell’appartamento al terzo di un palazzo ad Alba Adriatica (Teramo) dove viveva da sfollato con la moglie.

L’uomo era titolare di tre bed & breakfast danneggiati dal sisma ed era in attesa di realizzare le nuove strutture delocalizzate. Anche la sua casa era stata fortemente danneggiata dal terremoto ma lui aveva rinunciato alla soluzione abitativa d’emergenza e dunque al contributo di autonoma sistemazione.

Affranto il sindaco Mauro Falcucci: «si sperava che i bed&breakfast potessero essere realizzati nel giro di poco tempo ma i tempi sono molto lunghi. Siamo sotto shock, nessun poteva aspettarsi una cosa del genere. E’ l’ennesimo dramma nel dramma. Difficile spiegare le ragioni di un gesto simile. Il terremoto? Ci fa soffrire tutti, l’abbiamo in testa e ognuno reagisce in un modo diverso».

Fonte: Tgcom24

Tags: