«Violini Straordinari sbarca a Padova, “svecchiato” ma sempre solidale»

Violini Straordinari per la prima volta a Padova. Succederà venerdì 11 maggio 2018 in una location, come ci hanno ormai abituati, d’eccezione: la Sala dei Giganti all’università di Padova. Una serata di musica classica con guidata da due abituè dell’evento: il violinista Maestro Matteo Fedeli, “L’uomo degli Stradivari”, ed il pianista di grande successo Maestro Carlo BalzarettiSabina Rosa, organizzatrice dell’evento, ci racconta le novità dell’edizione di quest’anno partendo dal successo del 2017.

Era stato anticipato l’anno scorso ed eccoci qua: Violini Straordinari, dopo il successo vicentino e trevigiano, sbarca per la prima volta a Padova. Qual è il vostro obbiettivo e cosa vi aspettate?
Nel 2017 il nostro progetto ha avuto un grande successo e, così, abbiamo deciso di aggiungere la tappa di Padova alla rassegna di eventi per il 2018. Saranno dunque tre gli appuntamenti in programma quest’anno con Padova, Vicenza e Treviso. Il nostro intento rimane sempre quello sensibilizzare la comunità e le aziende locali a temi solidali attraverso eventi di grande prestigio culturale e di facile accesso.

Dopo l’Olimpico a Vicenza e il teatro Mario del Monaco a Treviso, la scelta della location ricade sulla Sala dei Giganti all’Università di Padova. Come mai?
L’Organizzazione di Violini Straordinari individua vere location d’eccezione per la messa in scena di spettacoli con artisti di fama mondiale e strumenti straordinari. Non cerchiamo grandi teatri, ma delle vere e proprie “chicche”: location in cui il suono dei “nostri” violini sia particolarmente accentuato e strutture affascinanti che possano lasciare senza fiato il nostro spettatore. Non è facile trovare qualcosa di adeguato quando si parte dal Teatro Olimpico di Vicenza che è di per sé una magnifica opera d’arte, però tra Treviso e Padova abbiamo trovato due location di grande prestigio. Nel caso di Padova, ad esempio, la Sala dei Giganti, era uno dei principali ambienti di rappresentanza della famiglia dei Carraresi ed è tuttora decorata da un ciclo di affreschi rappresentanti tra gli altri personaggi anche il Petrarca, caro amico di famiglia. I pittori che hanno lasciato il loro contributo sulle pareti di tutta la sala vanno da Altichiero Da Zevio e Jacopo Avzni nel IV Sec e Stefano Dall’Alzere e Domenico Campagnola dopo il 1500.

Anche in questa occasione si esibirà il Maestro Matteo Fedeli accompagnato dal Maestro Carlo Balzaretti. In quale viaggio musicale condurranno gli spettatori?
Lo spettacolo padovano sarà quello già presentato a Vicenza il primo anno. L’idea è quella di avvicinare ai concerti di musica classica uno spettatore insolito e per farlo, dobbiamo iniziare con una prima edizione cittadina caratterizzata da brani facilmente comprensibili anche dai meno appassionati o non conoscitori di quest’arte. Fondamentale, a questo scopo, è la presenza del Maestro Matteo Fedeli che, con le sue capacità sceniche ed artistiche, è in grado di coinvolgere il pubblico più insolito affascinandolo con la sua musica e con il racconto della vita dei “nostri” violini nonché con la storia ed il significato dei brani eseguiti.

Violini Straordinari rinnova la sua vocazione solidale e il suo appoggio a Team for Children. In quest’occasione quale sarà il progetto che sosterrete?
Una delle caratteristiche peculiari del nostro progetto è proprio quella di essere un evento non solo culturale ma anche, e soprattutto, solidale. L’Associazione scelta per l’edizione di Padova è “cugina” di Team For Children di Vicenza. Proprio grazie a quest’ultima, sostenuta con la II edizione di Violini Straordinari al Teatro Olimpico nel 2017, abbiamo avuto l’occasione di entrare in contatto con la realtà padovana nella quale i teenager sono oltre il 30% dei pazienti ricoverati e dove risulta sempre più necessario porre particolare attenzione a questa tipologia di pazienti. Team For Children ha dunque sviluppato il progetto TeenZone per la realizzazione di un’are dedicata agli adolescenti e che Violini Straordinari sosterrà nella raccolta fondi.

All’interno dell’evento ci sarà anche un progetto artistico e verranno coinvolte le pazienti teenager. Di cosa si tratta?
Ad oggi sentiamo la necessità di “svecchiare” l’idea dei concerti di musica classica con l’obiettivo di avvicinarvi anche un pubblico più giovane. Abbiamo così colto l’occasione di questo evento a Padova per coinvolgere, in prima persona, le adolescenti, alle quali verrà dedicato il progetto solidale TeenZone, in un’attività digital nel pre-serata (a partire dalle 20.00) dell’evento che le vedrà protagoniste nella realizzazione di foto e selfie con il pubblico. Tutto questo materiale fotografico sarà poi condiviso sui nostri canali social con l’hastag #SorrisiStraordinari. Rimanendo in tema fotografico, sempre in apertura della serata, sarà inoltre svelata una delle foto della prossima mostra della fotografa-ritrattista, Anna Bussolotto, dedicata sempre alle teenager ricoverate in Ospedale e a sostegno del progetto TeenZone.

Tags: ,