Venezia, test antidroga per aspiranti gondolieri

(08:19) Corsi di toponomastica per non sbagliarne una con i turisti, lezioni di lingua inglese e spagnola e test anti droga. Queste le novità del nuovo bando per aspiranti gondolieri pubblicato ieri dal Comune di Venezia. Per diventare bancali è necessario inviare una domanda entro il 13 maggio. Tra i requisiti, quelli più inaspriti riguardano le analisi antistupefacenti: il Comune infatti non si accontenterà più degli esami del sangue e delle urine, inefficaci per scoprire tracce di cocaina e altre droghe sintetiche, ma richiederà l’esame del capello e peli pubici.

Marijuana e hashish infatti rimangono nel sangue per circa un mese mentre le droghe sintetiche ci mettono un paio di giorni per essere espulse dal sangue ma non dal cuoio capelluto dove le loro tracce rimangono nel capello per settimane. Tra gli esami clinici verrà chiesti anche il marker del fegato per capire se il candidato ha un problema di dipendenza dall’alcol. La stretta sui controlli era attesa dal 2013 anno in cui, dopo lo scontro tra una gondola e un vaporetto a Rialto, perse la vita Joachim Vogel, turista tedesco in vacanza con la famiglia. In seguito si scoprì che il gondoliere era positivo all’uso di cocaina e marijuana. (Ansa 3 aprile 18:02)

Tags: ,

Leggi anche questo