Verona, caso Agec: l’affondo di Benini (Pd)

Pubblichiamo integralmente la domanda di attualità del consigliere del Partito Democratico di Verona Federico Benini a cui ieri ha risposto il presidente di Agec Niccolai sulla promozione di Davide Dusi

In merito alla vicenda del reintegro dei funzionari Agec oggetto di indagini ai tempi dell’inchiesta di turbativa d’asta relativa all’appalto delle mense scolastiche, presento una domanda di attualità. Il 24 ottobre 2013 vengono arrestati il direttore Agec Sandro Tartaglia, l’imprenditore Martin Klapfer e funzionari Agec tra cui Davide Dusi. I funzionari rimangono agli arresti domiciliari fino al 10 febbraio 2014, mentre il 28 marzo una parte di essi esce dal processo con un un patteggiamento e un accordo di “riparazione” comprendente 8.500 euro da donare ad una associazione benefica.

Dopo essere stati reintegrati e declassati, confrontando gli organigrammi di Agec datati 2015 e 2018, emerge un fatto singolare. Nel 2015, ad appena un anno dal ritorno al suo posto di lavoro, Dusi è inquadrato come impiegato di livello 8S, uno dei gradi più alti dell’ambito impiegatizio. L’organigramma 2018 riporta che lo stesso Dusi sale ancora di livello e diviene caposezione con inquadramento a quadro superiore «QS», il massimo prima della soglia dirigenziale. Chiedo di sapere su quali presupposti sono state accordate queste promozioni. La scelta delle promozioni risulta essere stata presa dal Direttore generale e dal Presidente Niccolai senza interpellare il consiglio di amministrazione. Eppure, in considerazione dei risvolti pesanti in termini di immagine e non solo che la vicenda ha avuto sull’azienda e sull’intera città, la questione avrebbe dovuto essere trattata con maggiore cautela e con maggiore collegialità. Dal punto di vista politico considero inoltre un paradosso che la stessa forza politica, quella di Michele Croce e “Verona Pulita”, che si vantava di aver scoperchiato il “sistema Agec” si renda protagonista di questa nuova fulminea ascesa.

Federico Benini

consigliere comunale Pd

Tags: ,