Fondazione Roi, causa contro Zonin? Ancora non si sa

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

La Fondazione Roi di Vicenza si appresta a cambiare lo statuto per nominare i tre enti che sostituiranno nel cda i rappresentanti dell’ex Banca Popolare di Vicenza. Come scrive il Corriere del Veneto a pagina 10, i tre componenti avranno potere di cooptazione di altri 3 mentre sarà confermato il direttore scientifico di Palazzo Chiericati che è membro di diritto. In pole position per la nomina ci sono la Diocesi, il Fai (Fondo ambiente italiano) e l’Accademia Olimpica. 

Nel frattempo prosegue l’iter che potrebbe portare ad un’azione di responsabilità promossa dalla Roi nei confronti del suo ex-presidente Gianni Zonin. In merito sono arrivati i pareri dei due studi legali: «documenti molto utili – spiega il vicepresidente della Roi, Andrea Valmarana – che stiamo analizzando e che ci hanno posto anche alcuni paletti. Ora stiamo cercando della documentazione che manca all’appello, dopodiché a fare le proprie valutazioni sarà il cda». Quest’ultimo si riunirà nuovamente a fine mese per l’approvazione del bilancio che sancirà la fine dell’era-Diamanti alla guida dell’ente.

Ieri intanto è stato presentato l’ultimo volume dei cataloghi scientifici del museo civico di Vicenza (il “Legato Pozza Quaretti”), finanziato dalla Roi e che entra a far parte della collezione di 8 volumi, l’ultimo dei quali è stato curato dal direttore onorario del Chiericati, Giovanni Villa. Il volume si aggiunge quelli pubblicati dal 2003 al 2015.

Tags: , , ,

Leggi anche questo