Vicenza, Dalla Rosa: «Dalla Pozza non sarà mio assessore»

«Nella nostra amministrazione ci sarà un mobility manager, un tecnico specializzato che avrà competenza su mobilità, sosta, trasporto pubblico locale e sui rapporti con i comuni contermini». Così ieri il candidato sindaco del centrosinistra a Vicenza Otello Dalla Rosa alla presentazione del suo programma sulla mobilità. Ci sono «nodi critici che devono essere affrontati con un approccio manageriale, anche con il coraggio di correggere certe scelte fatte finora», spiega in un comunicato. Dalla Rosa pensa all’adozione di sistemi automatici per il sistema della sosta e  dei varchi d’accesso alla città.

«Nei primi 100 giorni – annuncia – metteremo in campo interventi mirati per lo snodo della stazione (…) con il piano Strade sicure andremo a potenziare la segnalazione degli attraversamenti pedonali in tutta la città», realizzeremo «una vera e propria ciclopolitana» e promuoveremo «un uso responsabile della strada». Tra le altre iniziative anche «un’unità di intervento dedicata a chiudere le buche», l’aumento delle soste per visitatori e residenti. Tra le grandi opere annunciate il completamento del sistema delle tangenziali, della Tav, e la realizzazione del filobus elettrico su sedime dedicato.

Dalla Rosa infine ribadisce che in caso di sua vittoria l’assessore alla mobilità della giunta Variati, Antonio Dalla Pozza, non sarà riconfermato: «le probabilità che sia in amministrazione? Zero. Lo ha già detto anche lui che non sarà assessore».

Tags: , ,

Leggi anche questo