Barbie grassa o magra? “Epic fail” della palestra

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Il Centro SportivoHof” di Nervesa della Battaglia (Treviso) ha deciso di affidarsi a una campagna di “guerrilla marketing” per pubblicizzare il suo nuovo servizio di liposuzione. La pubblicità consisteva in una foto, postata su Facebook e poi rimossa, in cui si vedevano una “Barbie grassa” e una “Barbie magra“, accompagnata dalla scritta «tu quale vuoi essere?». Gli utenti però non hanno gradito, accusando i gestori della palestra di aver offeso le persone grasse, discriminandole e offendendo anche le donne usando lo stereotipo della “bambola perfetta” come canone di bellezza femminile.

«Come sempre noi ci affidiamo a dei professionisti che lavorano allo scopo di supportarci e riteniamo che in quanto tali ci si debba fidare del loro lavoro, fino a prova contraria – ha scritto “Hof” su Facebook -. Alla luce delle numerosissime polemiche che si sono scatenate abbiamo deciso di rimuovere il post “inquisito”. Non era assolutamente nostra intenzione – si giustificano i titolari – urtare la sensibilità di chicchessia, né tanto meno incentrare un messaggio promozionale discriminando sesso e aspetto estetico. Siamo qui per fare del nostro meglio per garantire il servizio che fortunatamente molti ci riconoscono di eccellenza. Ci scusiamo – conclude il post – se qualcuno si è sentito offeso. D’ora in avanti faremo più attenzione a ciò che ci viene proposto».

Tags: ,

Leggi anche questo