Benzina alle stelle, mai così cara dal 2015

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Spinto dall’innalzamento del prezzo del petrolio, il costo della benzina in Italia torna a raggiungere i massimi livelli registrati nel luglio del 2015. Il prezzo medio nazionale praticato in modalità self alla pompa è ora pari a 1,615 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,615 a 1,629 euro/litro (no-logo a 1,592). Il prezzo medio praticato del diesel e’ a 1,487 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,486 a 1,509 euro/litro (no-logo a 1,466). Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,739 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,716 a 1,801 euro/litro (no-logo a 1,632), mentre per il diesel la media e’ a 1,614 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie da 1,599 a 1,673 euro/litro (no-logo a 1,507). Il Gpl, infine, va da 0,631 a 0,657 euro/litro (no-logo a 0,623).

In un paese come l’Italia in cui l’85% delle merci viene trasportato su gomma, sono evidenti le ricadute sul sistema economico. Se infatti salgono i prezzi del carburante si riduce il potere di acquisto degli Italiani che hanno meno risorse da destinare ai consumi mentre aumentano i costi per le imprese. «Pesa la tensione tra Iran e Stati Uniti, ma gli effetti sui listini alla pompa sono troppo veloci e danneggiano le tasche dei consumatori – sottolinea il presidente del Codacons, Carlo Rienzi – si tratta di una speculazione che potrebbe configurare una forma di aggiotaggio, e per tale motivo chiediamo ai Nas di attivarsi per verificare come sia possibile che il prezzo alla pompa aumenti al solo annuncio di tensioni in Medioriente, nonostante il petrolio venduto oggi sia stato acquistato nei mesi scorsi, quando le quotazioni erano decisamente inferiori ai prezzi odierni».

Fonte: Rainews.it

Tags:

Leggi anche questo