Contratto di governo, Grillo: «euro a 2 velocità»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Proseguono le trattative tra Movimento 5 Stelle e Lega per siglare il contratto di governo. Un’esclusiva de l’HuffingtonPost riporta il documento stampato in questi giorni al Pirellone, con tutti i punti del programma. Luigi Di Maio in queste ore ha però smentito che quello sia il contratto ufficiale. Si tratterebbe infatti solo di una prima bozza, che ora è modificata. Uno dei nodi cruciali, come spiegato anche da Matteo Salvini dopo le mini consultazioni di lunedì, è il ruolo dell’Italia in Europa, e un altro riguarda proprio la moneta unica. Secondo questa bozza bisogna prevedere un meccanismo di uscita dell’Italia dall’euro.

Beppe Grillo, in un’intervista a “Newsweek” pubblicata sul suo blog, sembra aver però fatto retromarcia sull’uscita dall’euro. Anzi, parla di «euro a due velocità», che potrebbe essere un’indicazione per la nuova bozza del contratto da riscrivere. «Potrebbe essere una buona idea avere due euro – scrive Grillo -, per due regioni economiche più omogenee. Uno per l’Europa settentrionale e uno per l’Europa meridionale». Forza Italia per voce dell’ex ministra Mariastella Gelmini, commentando la bozza del contratto di governo, che però secondo Di Maio non sarà quella definitiva, ha invece dichiarato: «il documento giallo-verde è da una parte irresponsabile e populista, dall’altra fantasioso e francamente irrealizzabile, intriso del peggior giustizialismo grillino».

Tags:

Leggi anche questo