Vicenza Calcio, stop alle aste: «presentate offerte»

Dopo l’offerta presentata da Renzo Rosso il tribunale e la curatela del Vicenza Calcio hanno detto stop ai bandi. Ieri pomeriggio è stato pubblicato un «invito a presentare offerte» per comprare la società biancorossa, formalizzandola il 28 maggio, dopo i play-out, che determineranno il futuro sportivo della squadra e insieme il valore dell’offerta minima (1,470 milioni, che scendono a 1,1 in caso di retrocessione). Il provvedimento ricorda che le aste del 27 aprile e dell’11 maggio sono andate deserte e che l’acquirente dovrà avere «un lasso di tempo utile per l’iscrizione al prossimo campionato».

Come riporta Diego Neri sul Giornale di Vicenza a pagina 47, la curatela chiede a chi comprerà il Vicenza di rispettare alcuni vincoli: tra questi, il più curioso prevede che «l’offerente è obbligato, per lo svolgimento dell’attività calcistica, ad utilizzare una divisa di gioco avente le seguenti caratteristiche: righe verticali biancorosse». Inoltre, la società che avanzerà l’offerta dovrà avere sede a Vicenza. Nel caso in cui arrivassero più offerte verrà indetta una gara davanti al giudice delegato, al termine della quale il vincitore dovrà stipulare il rogito dal notaio entro una settimana.

Tags: , ,

Leggi anche questo