Vicenza, M5S non correrà: «noi più vicini alla sinistra ecologista»

È scaduto ieri alle 9 il termine per depositare le liste elettorali in Comune a Vicenza per poter presentarsi alle elezioni comunali del prossimo 10 giugno. Tuttavia i vertici nazionali del Movimento 5 Stelle non hanno concesso il simbolo agli attivisti locali e la commissione elettorale circondariale ha dovuto respingere la lista del candidato sindaco pentastellato Francesco Di Bartolo. La sua corsa termina dunque qui senza ancora nessuna motivazione ufficiale dal Movimento.

«Un suicidio politico – tuona il consigliere comunale M5S Daniele Ferrarin in un articolo di Gian Maria Collicelli a pagina 12 dell’edizione di Vicenza del Corriere del Veneto – così si azzerano persone e progetti. Non so se rimarrò nel Movimento. Siamo antagonisti del centrodestra quanto del centrosinistra e i cittadini sono liberi di votare come vogliono. Certo, noi a Vicenza abbiamo impostato molto le nostre battaglie politiche sui temi ambientalisti e per questo mi sento di dire che su certi temi siamo più vicini ad alcune anime del centrosinistra, ma sinceramente non ho ancora capito come questa coalizione potrà governare con visioni così diverse al proprio interno, specie sulla Tav».

Tags: , , ,

Leggi anche questo