Gialloverde e filo-russo: il nuovo governo preoccupa la Nato

Le posizioni filo-russe di Matteo Salvini e Luigi Di Maio hanno attivato l’allerta all’interno della Nato. Per evitare che le informazioni militari e strategiche top secret dell’Italia finiscano nelle mani sbagliate, una volta insediati il Presidente del Consiglio e i ministri di Difesa, Interno ed esteri, verrà attivato il Nulla Osta di Sicurezza. Una procedura a suo tempo richiesta dai vertici Nato ed espletata dai Servizi segreti.

Come scrive Fabio Martini su la Stampa, i ministri designati dovranno ricevere il Nos, un’abilitazione a poter trattare informazioni classificate su diversi livelli di segretezza, attribuiti sulla base dei criteri seguiti nelle relazioni internazionali: segretissimo, segreto, riservatissimo, riservato. Dal tavolo di governo hanno rassicurato che le cariche verranno assegnate a personalità affidabili, ma gli alleati tradiscono nervosismo e il rischio è di venire tagliati fuori dalle future decisioni internazionali.

 

(Ph. Shutterstock)

Tags:

Leggi anche questo