Contratto M5S-Lega, patto per autonomia e risorse: il testo integrale

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Dalle 10 alle 20 di oggi gli iscritti al Movimento 5 Stelle potranno votare sulla piattaforma Rousseau e sottoscrivere il documento congiunto tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini, che dovrebbe costituire il canovaccio del programma di governo che andrà a formarsi presumibilmente nella giornata di lunedì prossimo, quando i due leader sono attesi al Colle da Mattarella, per comunicare il nome del premier. Questo è l’ultimo nodo da sciogliere. Anche se Di Maio ha fatto un passo indietro infatti, vorrebbe comunque che fosse uno del suo Movimento e avrebbe fatto i nomi di Riccardo Fraccaro e Vito Crimi. Di Maio ha lanciato l’hashtag “#iosononelcontratto”. La Lega invece sottoporrà il contratto ai suoi elettori tramite gazebo nelle piazze.

Il capitolo 20 del testo finale del contratto (scaricabile qui) riguarda il regionalismo e l’autonomia, sulla quale quindi M5S e Lega sono d’accordo. Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, che l’hanno già chiesta, l’otterranno. Tutte le altre Regioni che la chiederanno potrebbero ottenerla, sulla base però della «logica della geometria variabile che tiene conto sia delle peculiarità e delle specificità delle diverse realtà territoriali, sia della solidarietà nazionale e dà spazio alle energie positive ed alle spinte propulsive espresse dalle collettività locali. Il riconoscimento delle ulteriori competenze – si legge in merito all’autonomia – dovrà essere accompagnato dal trasferimento delle risorse necessarie per un autonomo esercizio delle stesse: alla maggiore autonomia dovrà infatti accompagnarsi una maggiore responsabilità sul territorio in termini di equo soddisfacimento dei servizi a garanzia dei propri cittadini, ed in termini di efficienza ed efficacia dell’azione svolta».

(Fonte: Wired.it)

(Ph: Twitter – Luca Morisi)

 

Tags:

Leggi anche questo