S. Antonio, presunte reliquie vendute online: 390 euro per pezzo d’osso

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

12:59 – Presunte reliquie di Sant’Antonio di Padova vendute online sulla piattaforma Ebay. Come scrive il Gazzettino, basta pagare 390 euro per portarsi a casa un reliquario in legno del settecento con incastonato un frammento di osso del Santo. Avete un budget più ridotto? Allora per 59,99 euro si può acquistare un lembo di stoffa entrato in contatto con un oggetto appartenuto al Santo.

Peccato che manchi il sigillo di ceralacca che ne garantisce l’autenticità ma soprattutto che il Codice di Diritto Canonico del 1983 proibisca questo particolare commercio. Secondo il codice, infatti, le reliquie possono essere distribuite gratuitamente dalla stessa autorità ecclesiastica nel caso ne ravveda la necessità. Per padre Giovanni Lazzara, direttore del “Portavoce di San Leopoldo Madic”, «la truffa è evidente». Anche il rettore della basilica del Santo, padre Oliviero Svanera, ha condannato la vicenda. (Fonte: Ansa – 11:59)

Ph: Di Didier Descouens – Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=58176551

 

Tags: ,

Leggi anche questo