Governo, spread in calo e mercati positivi. Prime parole di Conte e Salvini

11:32 – Il nuovo esecutivo, soprannominato “governo del cambiamento” ha finalmente visto la luce ieri sera. Tra i vari ministri nominati, troviamo ben tre veneti. Si respira molta soddisfazione e un clima decisamente più disteso in attesa del giuramento che dovrebbe tenersi oggi alle 16. Ecco le prime parole del neo premier Giuseppe Conte: «lavoreremo per migliorare la vita degli italiani».

«Speriamo non ci siano altre sorprese – commenta Matteo Salvini, leader della Lega, vicepresidente assieme a Luigi Di Maio e ministro dell’Interno -. Voglio far tornare l’Italia protagonista in Europa. Con le buone maniere, senza fare confusione, ma sono stufo di governi col cappello in mano. Non siamo secondi a nessuno. Sarò il ministro di tutti e quello che nasce, è un governo di buona volontà, di persone per bene e senza debiti con nessuno. Io starò tanto tempo in un ufficio ma tanto tempo possibile tra di voi, fra le persone. E che il buon Dio ce la mandi buona».

Conclude parlando di uno dei punti su cui è ruotata la sua campagna elettorale: i migranti. «Porte aperte in Italia per la gente per bene e biglietto di sola andata a quelli che vengono in Italia a fare casino e pensano di essere mantenuti a vita. “A casa loro” sarà una delle nostre priorità. Vorrei dare una bella sforbiciata a quei 5 miliardi di euro usati per l’accoglienza, che mi sembrano un po’ tantini. Avremo un approccio leggermente diverso da quello della signora Boldrini».

Intanto questa mattina i mercati hanno accolto la nascita del nuovo governo con reazioni positive. Lo spread tra Btp e Bund apre in sensibile calo a 231 punti rispetto ai 241 della chiusura di ieri: il rendimento del titolo decennale italiano scende al 2,69% per cento. Apertura in forte rialzo per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha avviato gli scambi in crescita del 2,15 per cento. Dopo mezz’ora allunga il passo e arriva a +2,8 per cento. Volano i titoli bancari. (Fonte: Ansa – 31/05 22:49)

Tags:

Leggi anche questo