«Il capo tira porchi, la Cgil lo faccia smettere»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«Il mio datore di lavoro bestemmia come un turco. Dovete intervenire. Non ce la faccio più». Questa l’insolita richiesta che un dipendente di una piccola azienda di Conegliano ha insolitamente rivolto al personale della Cgil. Il sindacato ha quindi deciso di vederci chiaro tentando di comprendere se l’uomo, che non risulta un loro iscritto, stesse denunciando qualche presunto sopruso sul luogo di lavoro.

Nulla di tutto ciò: il problema erano solo gli improperi rivolti al cielo. «Non lo fa neanche per cattiveria – ha spiegato il lavoratore -, forse; proprio non riesce a trattenersi». Un grattacapo non facilmente risolvibile per la Cgil: «ci troviamo di fronte ad una situazione incresciosa, ma su cui la giurisprudenza a livello sindacale non si pronuncia», hanno detto dal sindacato dopo aver attentamente ascoltato la storia del malcapitato.

Fonte: Il Gazzettino

Tags: ,

Leggi anche questo