Juncker: «italiani lavorino di più e siano meno corrotti»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«Gli italiani devono occuparsi delle regioni povere dell’Italia. Ciò significa più lavoro, meno corruzione, serietà». Sono bastate queste parole del presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, pronunciate a margine della conferenza “New Pact for Europe” a Bruxelles, per creare un nuovo caso diplomatico con Roma. Juncker ha anche invitato gli italiani a «smettere di guardare all’Ue per salvare le regioni più povere del Paese. Li aiuteremo come abbiamo sempre fatto. Ma non si faccia il gioco di scaricare le responsabilità sull’Ue».

(Ph. Alexandros Michailidis / Shutterstock)

Tags: ,

Leggi anche questo