Tav Brescia-Verona, cantieri al via entro l’anno

Via libera al progetto di alta velocità tra Brescia e Verona. Come scrive Alessio Corazza sul Corriere del Veneto a pagina 6, Rete Ferroviaria Italiana e il Consorzio Cepav due hanno firmato ieri il contratto per la realizzazione del primo lotto costruttivo dei 42 km di percorso, per un valore di 1,645 miliardi di euro, su un costo complessivo di 1,9 miliardi, comprendente i 2,2 chilometri dell’interconnessione “Verona Merci”.  L’avvio dei cantieri è previsto entro l’anno, una volta completati gli espropri.

Il primo lotto è già interamente finanziato dalle leggi di stabilità del 2014 e del 2015 mentre il secondo, finanziato solo in parte, vale circa 500 milioni di euro. La Brescia Est-Verona Merci non comprende però l’attraversamento delle due città per cui sono previsti due lotti specifici per i quali servono 376 milioni per Verona e 555 per Brescia. A conti fatti quindi l’intera Brescia-Verona costerà quasi 3,4 miliardi di euro ovvero 64 milioni al chilometro. Il progetto della Tav veneta è osteggiato dall’anima 5 Stelle del nuovo governo giallo-verde con in testa il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli.