Autonomia, incontro Zaia-Stefani: «intesa entro fine anno» [VIDEO]

«Parte la trattativa». Queste sono le prime parole ai giornalisti del presidente del Veneto Luca Zaia a termine dell’incontro con il ministro agli Affari regionali Erika Stefani. «Durante l’incontro si è parlato della necessità di aprire subito i tavoli tecnici per le 23 materie e come regione ho fatto una proposta di venire subito ad una nuova formula d’intesa ovvero una legge leggera che dia mandato poi al governo con decreti legislativi di affrontare materia per materia – spiega Zaia -. Con questo metodo già usato penso si possa chiudere la partita entro fine anno».

«L’intesa si concretizza con una legge. La legge, invece di andare in Parlamento, con tutta una sfilza di materie e per ogni materia dire cosa ci dai eccetera, ci va dicendo il comma 3 del 116 prevede questo. Diamo mandato al governo materia per materia di definire con decreti legislativi cosa dà per ogni materia. E’ una legge delega».

«Ci sono dei costi per lo Stato – conferma il governatore rispondendo ad una domanda – ma sono assolutamente affrontabili anche perchè la virtuosità che sanno esprimere le regioni è sotto gli occhi di tutti. Basti pensare a come gestiamo noi la sanità e come la gestirebbe qualcuno a livello nazionale. Poi voglio ricordare che ci sono 30 miliardi di sprechi a livello nazionale che devono essere assolutamente tagliati e dedicati a questi progetti di riforma».

«L’Italia è tutta uguale e tutti hanno gli stessi diritti, non c’entra Nord e Sud – conclude Zaia -. Siamo stati ricevuti prima di Lombardia ed Emilia ma non è un favore tra veneti (la Stefani è vicentina, ndr). Noi siamo partiti prima e siamo stati gli apripista. Noi siamo pronti e siamo pronti anche con le analisi delle 23 materie».