Autopromotec 2018, digitalizzazione e nuovi trend della mobilità

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Oltre 500 le persone iscritte alla prima giornata di lavori di Autopromotec Conference – Stati Generali 2018, in calendario da oggi fino a domani 14 giugno all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO). Ad aprire i lavori della seconda edizione degli Stati Generali intitolata “OFFICINA 4.0: Digitalizzazione e nuovi trend della mobilità, il futuro dell’autoriparatore” è stato il presidente di AICA Mauro Severi che nel suo intervento ha evidenziato, tra gli altri, un elemento che contraddistingue l’evento di quest’anno: la presenza, per la prima volta in assoluto, di venti realtà tra laboratori di ricerca, spin-off universitari e start up, selezionate in collaborazione con Aster, società per l’innovazione e il trasferimento tecnologico della Regione Emilia Romagna. Un’iniziativa finalizzata a consolidare le sinergie tra le reti d’imprese in un’ottica di filiera e gli attori istituzionali. Renzo Servadei, amministratore delegato di Autopromotec, ha affermato che «non si deve avere paura dell’innovazione».

La due giorni di Autopromotec Conference è un ciclo di convegni di altissimo profilo dedicati ad un aggiornamento sulle trasformazioni che stanno investendo il settore e sui fenomeni che lo interessano, identificati in connettività e digitalizzazione, auto elettrica, guida autonoma e shared mobility, dando ampio spazio al capitale umano. Una “finestra” sul futuro del mondo delle riparazioni e dei ricambi, una due giorni per dare continuità al confronto tra le aziende protagoniste del settore, il territorio e le istituzioni.

La scelta di questo tema nasce dalla repentina evoluzione e velocissima affermazione nel settore automobilistico, e dei trasporti più in generale, di nuovi trend. In primo luogo la digitalizzazione, che ha comportato e porterà nel business trasformazioni significative, sia per quel che riguarda i processi, sia per quel che riguarda le figure professionali coinvolte, sempre più specializzate, connesse e supportate da nuove tecnologie “intelligenti”. Il convegno dunque affronterà la questione da due punti di vista: analizzando la figura del consumatore, le sue caratteristiche e come poterlo intercettare e fidelizzare e la figura dell’autoriparatore e quali saranno le competenze per affrontare la professione assieme alle caratteristiche dovranno avere le officine di domani per assistere un veicolo autonomo.

Un ulteriore spunto di riflessione è dedicato alla mobilità elettrica e quella autonoma; la rivoluzione che ne deriva comporta grandi innovazioni tecniche legate ai materiali, ai pesi, e si ripercuote inevitabilmente nel mondo dell’aftermarket e sui servizi di assistenza che si troveranno a fare i conti con nuovi sistemi e nuovi paradigmi. Ad indicare i nuovi trend saranno massimi esperti del settore, individuati tra i rappresentanti dell’industria automobilistica, car maker, componentisti e sistemisti, le maggiori società internazionali di consulenza, gli istituti di ricerca e le università, i rappresentanti delle istituzioni europee, le associazioni di categoria, che si confronteranno sui progetti in essere, le evoluzioni tecnologiche prossime, le complicazioni legate alla tecnologia, e quali le skills richieste per affrontarle.

Tra gli interventi di oggi il sociologo e saggista Francesco Morace, Andrea Marinoni, Senior Partner Roland Berger, Angie Cucco, Digital Advertising Expert Google Automotive US, Pietro Berardi, Vice President Renault Nissan Aftersales USA; Fedra Ribeiro, Vice President Global OES Robert Bosch; Alessandro De Martino, AD Continental Italia; Dino Domenico Brancale, Amministratore Delegato AVL Italia.

Riflettori puntati sulla novità di questa edizione l’Area Innovazione, con 20 realtà tra laboratori di ricerca, spin-off universitari e start up, selezionati in collaborazione con Aster, società per l’innovazione e il trasferimento tecnologico della Regione Emilia-Romagna, a disposizione dei congressisti per momenti di incontro e matching B2B. Eccole in breve.

2HIRE – produce un dongle OBD che permette di trasformare ogni tipo di veicolo in veicolo connesso e permette l’interazione con il veicolo e la lettura di dati da remoto da app.
AlmaAutomotive – presenta OBI-M2, il sistema di analisi della combustione estremamente compatto e completo, utilizzabile sia su banchi prova motore che direttamente su veicolo.
Bettery – intende portare sul mercato la batteria redox ecosostenibile con la più elevata energia specifica e il più basso costo, permettendo una ricarica veloce come in un rifornimento di carburante.
Ciri MAM – è il Centro Interdipartimentale per la Ricerca Industriale dell’Università di Bologna che opera nei settori della Meccanica Avanzata e dei Materiali.
Clust-ER Mech – il Clust-ER Meccatronica e Motoristica, forte delle competenze e capacità di numerosi attori della meccatronica e motoristica regionale, lavora per introdurre innovazioni di prodotto e di processo nei settori industriali trainanti dell’Emilia-Romagna, affinché si sviluppino verso un sistema manifatturiero di nuova generazione, capace di rafforzare la propria posizione di mercato e incrementare l’occupazione.
Drivesec – è specializzata nel settore dell’industria 4.0 e dell’innovazione dei sistemi automotive connessi. Sviluppa sistemi di cyber security da applicare ai settori dell’aftermarket automotive e dell’IoT.
GH Enterprise – stampanti 3D per prototipazione rapida con Speedy Board 2.0 per funzionalità IoT.
Kopernikus – soluzione aftermarket per convertire l’auto in un veicolo autonomo di livello 3. Kopernikus fornisce lo stack tecnologico necessario a connettere l’auto ai software di terze parti.
Mat3D – sviluppa materiali polimerici innovativi per stampa 3D con elevate proprietà termo-meccaniche e proprietà funzionali adatti alla produzione industriale di componenti funzionali e strutturali.
MUSP – il laboratorio presenta le schiume metalliche: materiali metallici innovativi a struttura alveolare che trovano impiego come strumenti di incremento delle performance e della sicurezza del veicolo.
Newtron – opera nel settore dell’aftermarket automobilistico proponendo un kit per trasformare un’autovettura a motore termico, GPL o metano in ibrido-elettrico.
Nextema – tecnologie laser per i trattamenti termici di tempra superficiale di componentistica meccanica in acciaio/ghisa; stampa 3D mediante sistemi Laser Melting; ingegnerizzazione, simulazione e assistenza alla produzione di componenti fusi.
Onda Solare – il progetto sviluppa un percorso integrato per la progettazione concettuale, funzionale e costruttiva di un veicolo solare ad alto contenuto tecnologico in termini di materiali, strutture, processi e logiche di ottimizzazione.
Seamthesis – Alloy Design, fluidodinamica, metallurgia di prodotto e processo, modellistica di processo e di prodotto, sviluppo e messa a punto di tecnologie di produzione di polvere metalliche per impieghi manifatturieri avanzati.
Shike – servizio di bike sharing a stazioni virtuali: tecnologie digitali integrate per Smart Cities e aziende 4.0.
Stoorm5 – piattaforma IoT per lo sviluppo di nuove applicazioni di monitoraggio con gestione real-time dell’invio di comandi a dispositivi remoti.
Tiassisto24 – piattaforma web e mobile di aggregazione di servizi per l’automobilista.
Time – tecnologia Integrata per la Mobilità Elettrica – è la soluzione ‘retrofit’ per la trasformazione di automobili termiche usate in veicoli elettrici completamente rinnovati.

Tags:

Leggi anche questo