Nuovo stadio Roma, 9 arresti tra politici e imprenditori

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Nove persone sono state arrestate e altre 16 sono indagate dalla Procura di Roma per una presunta corruzione nell’ambito della variante del progetto del nuovo stadio della Roma. In carcere sono finiti il costruttore Luca Parnasi e i suoi collaboratori Luca Caporilli, Simone Contasta, Naboor Zaffiri, Gianluca Talone e Gianluca Mangosi. Ai domiciliari invece Adriano Palozzi, vicepresidente del Consiglio della Regione Lazio di Forza Italia, Michele Civita, ex assessore regionale del Pd, Luca Lanzalone, presidente di Acea e consulente per M5S sullo stadio. Tra gli indagati, anche il capogruppo del Movimento 5 Stelle in Campidoglio, Paolo Ferrara.

L’inchiesta riguarda il progetto modificato che prevedeva l’abbattimento delle cubature rispetto al piano originario: secondo l’accusa, Parnasi, che acquistò i terreni che dovrebbero ospitare lo stadio, foraggiava i politici e pubblici ufficiali con un metodo corruttivo che gli inquirenti definiscono come “asset di impresa”. «Chi ha sbagliato pagherà, noi siamo dalla parte della legalità – ha detto il sindaco M5s Virginia Raggi -. Aspettiamo di leggere le carte».

Fonte: SkyTg24
(Ph. A.S. Roma)

Tags:

Leggi anche questo