“Vicenza ai Vicentini”: «dossieraggio indegno, noi determinanti»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Pubblichiamo il comunicato di “Vicenza ai Vicentini” in merito al caso dei “post fascisti” esploso durante la campagna elettorale

All’indomani della chiusura delle elezioni amministrative del Comune di Vicenza, Vicenza ai Vicentini, intende prendere posizione in merito all’increscioso dossier anonimo presentato e pubblicato a mezzo stampa dal quotidiano Il Giornale di Vicenza. Il suddetto comunicato stampa esce solamente oggi, perché si è ritenuto di evitare di interferire durante la campagna elettorale del nostro candidato sindaco Francesco Rucco, anche per non turbare la sua serenità in un momento delicato e per non alimentare mediaticamente un inutile servizio giornalistico meritevole delle pagine patinate di alcuni settimanali che sostano sulle scrivanie di qualche sala d’aspetto. La pubblicazione di alcune fotografie derivanti dalle pagine personali del social network Facebook di alcuni candidati della nostra lista, datate di almeno quattro, cinque e più anni or sono, sono state letteralmente usate per scopi politici, quando di politico le stesse frasi o fotografie non contengono nulla. Nella stessa pubblicazione che è avvenuta, sono palesi i commenti di altri profili con lampanti riferimenti a scherzi e goliardia, anche stupida, ma con nessuna connotazione meramente politica o revisionistica.

Senza nulla commentare su quanto poi la coalizione del candidato sindaco Dalla Rosa abbia potuto ribattere senza trovare peraltro terreno fertile, ci chiediamo come il maggior quotidiano cittadino, al quale noi accreditiamo il massimo rispetto da sempre, abbia potuto dar seguito ad un dossier anonimo e fasullo come quello uscito in campagna elettorale. I candidati di Vicenza ai Vicentini hanno rispettato ciò che la coalizione del neo sindaco Rucco aveva chiesto, ovvero un silenzio stampa sull’argomento durante la campagna elettorale, ma ora chiedono il rispetto per l’integrità morale delle persone coinvolte, soprattutto considerando che tutto il dossier si è rivelato esclusivamente una bolla di sapone. Ciò che interessa veramente è rimarcare il nostro risultato, senza il quale Francesco Rucco non sarebbe riuscito ad ottenere la vittoria al primo turno, senza per cui andare al ballottaggio. Vicenza ai Vicentini unitamente al Popolo della Famiglia ha ottenuto un risultato che ha eguagliato le percentuali di altri partiti nazionali con ben altre prospettive. I candidati di VAV si ritengono vittoriosi sul campo e moralmente, considerando la grande maturità con cui hanno dovuto reagire ad un attacco senza fondamento politico e per l’appoggio incondizionato dato alla coalizione e al candidato sindaco Rucco.

Tags: , , ,

Leggi anche questo