Vicenza, blitz antidroga a Campo Marzo

Blitz antidroga ieri pomeriggio a Campo Marzo: gli agenti delle volanti della questura, i colleghi del reparto prevenzione crimine della questura di Padova e l’unità cinofila, con il supporto dei vigili urbani e dei soldati dell’esercito impegnati nell’operazione “Strade sicure”, hanno circondato l’area verde di Vicenza. Alla vista degli uomini in divisa la maggior parte dei giovani africani presenti ha cercato di allontanarsi, ma sono stati raggiunti e bloccati. Alcuni di loro erano senza documenti e sono stati quindi portati in questura per essere identificati con le impronte digitali. Le loro posizioni sono all’esame della questura, che nelle prossime ore potrebbe emettere degli ordini di espulsione.

Nel frattempo, il cane antidroga ha passato al setaccio il “bazar dello spaccio”, scovando numerose dosi di droghe pesanti (eroina e cocaina) e leggere (marijuana e hashish), alcune gettate a terra durante la fuga, altre nascoste in buche, nei cestini o nelle siepi del parco giochi. Come scrive Valentino Gonzato sul Giornale di Vicenza a pagina 15, il blitz rientra nell’operazione denominata “Periferie sicure“, pianificata alcune settimane fa dal ministero dell’Interno in diverse province italiane con l’obiettivo di contrastare la criminalità e l’immigrazione clandestina nelle zone più degradate.

(Foto di repertorio)