Di Maio, altolà a Salvini: «schedare rom? Incostituzionale»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«Fa piacere che Salvini abbia smentito questa idea di schedatura che sarebbe stata incostituzionale». Così, in un articolo di Marco Cremonesi sul Corriere della Sera a pagina 2, il leader del Movimento 5 Stelle e Luigi Di Maio commenta il dietrofront di Matteo Salvini sull’idea di un «censimento» sulla popolazione rom in Italia. Il ministro dell’Interno del governo gialloverde aveva ventilato l’idea ai microfoni di Telelombardia.

In seguito alle polemiche, Salvini aveva poi corretto il tiro in una nota: «non è nostra intenzione schedare o prendere impronte digitali a nessuno, l’obiettivo è una ricognizione» di quanto avviene nei campi rom per «tutelare prima di tutto migliaia di bambini ai quali non è permesso frequentare la scuola regolarmente perché si preferisce introdurli alla delinquenza. E vogliamo controllare come vengono spesi i milioni di euro che arrivano dai fondi europei».

Tags: ,

Leggi anche questo