Treviso, Conte: «pugno duro contro accattoni e case occupate»

Mario Conte, neosindaco di centrodestra di Treviso, inaugura la linea dura contro accattoni molesti, occupazioni abusive e assegnazioni di case popolari. Come scrive Silvia Madiotto a pagina 9 del Corriere del Veneto – edizione Treviso, al fine di incrementare ordine e sicurezza in città, punti salienti del programma di centrodestra, saranno aumentati i controlli degli agenti di polizia sia in divisa che in borghese. E già ieri sono scattate le prime 10 multe con sequestro dell’elemosina ad altrettanti questuanti.

Sulle case Ater, Conte ha annunciato una mappatura «completa e rigorosa» degli alloggi comunali: «voglio verificare – ha detto il neosindaco – se tutti coloro che hanno accesso all’edilizia pubblica ne hanno titolo effettivo». Infine la riorganizzazione dei vigili urbani: Conte vuole «una maggiore presenza in strada, in centro ma anche nei quartieri, per garantire controllo e sicurezza reale e percepita».