Tre gemelli si ritrovano dopo 20 anni: “cavie” di un esperimento [VIDEO]

Robert, Eddy e David sono tre gemelli separati alla nascita, cresciuti in ambienti diversi senza sapere nulla uno dell’altro, che si sono ritrovati a distanza di anni. La loro storia è diventata un documentario in uscita in questi giorni, “Three identical strangers”, diretto da Tim Wardle. Una vicenda straordinaria ma dal sapore amaro. Tutto è iniziato nel 1980, quando Robert Shafran si è iscritto al college. Tutti sembravano riconoscerlo, chiamandolo però Eddy. In realtà lo scambiavano per Eddy Galland, che effettivamente gli somigliava come una goccia d’acqua. I due, entrambi adottati, scoprirono ben presto di essere nati lo stesso giorno, realizzando di essere fratelli gemelli. La storia finì su tutti i giornali e le tv locali e fu così che una signora del Queens si accorse che il figlio adottivo era effettivamente il loro terzo gemello.

Il caso fece molto clamore all’epoca e i tre, riuniti dopo 20 anni, vissero anche un momento di celebrità e aprirono insieme un ristorante a New York, il “Triplets”. Ora il documentario racconta la parte drammatica della vicenda: i tre gemelli sono i sopravvissuti di un parto quadrigemellare e sono stati le cavie degli esperimenti degli psichiatri Peter Neubauer e Viola Bernard, volti a capire come individui con gli stessi geni si comportino in ambienti diversi. Robert, Eddy e David sono stati affidati a tre famiglie di ceti sociali diversi con la complicità dell’agenzia di adozione Louise Wise Services, che è stata denunciata, ma che oggi si difende sostenendo di non avere mai saputo niente dell’esperimento.

 

Tags: