Chicco, spot “choc”: «facciamolo per l’Italia» [VIDEO]

«Facciamo un altro baby boom. Facciamolo per l’Italia». L’ardita pubblicità della marca di vestiti e accessori per bambini Chicco era destinata a diventare un caso. E così è stato: a poche ore dalla messa in onda, si infiamma sui social la polemica per lo spot a dir poco spudorato. L’azienda ha puntato tutto sull’ironia, a partire dalle prime battute: «2018, per la prima volta in 60 anni l’Italia non gioca ai mondiali. Una tragedia». Già perché a ogni vittoria degli azzurri, recita la voce fuori campo, segue puntualmente «un baby boom, un’esplosione dell’indice di natalità. Una pioggia di neonati che ci ha allagati di ottimismo, facendo dell’Italia una nazione straordinaria». Arrivati a questo punto la confusione dello spettatore è totale: che pubblicità è?

La risposta arriva solo alla fine dello spot, dopo altri 30 secondi di coppie che si lanciano in effusioni al limite dell’osè, con il narratore che incalza: «facciamo un altro baby boom! Abbiamo bisogno di bambini, migliaia, milioni, trilioni di bambini, che aiuteranno l’Italia a crescere. Facciamolo per l’Italia, facciamolo tutti, l’uno con l’altro. Moltiplichiamoci fino all’infinito. Facciamolo per amore o semplicemente per il piacere di farlo. Facciamolo ovunque. Perché in questo mondiale i gol per l’Italia li segniamo noi». Il tono è volutamente sarcastico, ma tra doppi sensi e allusioni ce n’è per fare indignare gli stessi italiani in maniera trasversale: dalle mamme preoccupate che i figli vedano la pubblicità troppo spinta, a chi ci vede un assist alle posizioni nazionaliste del governo Salvini-Di Maio, dai fautori della famiglia tradizionale, fino agli ambientalisti preoccupati per l’impronta ambientale dei nuovi nati. La bufera è servita.

r.a.

Tags: