Listeria in alimenti freschi, tutte le precauzioni per evitare rischi

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Dopo il ritiro precauzionale di alcuni lotti di surgelati Findus e Lidl e di prosciutto  crescono i rischi legati alla contaminazione da Listeria monocytogenes, batterio che prolifera negli alimenti freschi e sopravvive anche su superfici a contatto con gli alimenti (coltelli, posate, taglieri, cestino lava verdura),  o nel frigorifero. È pericoloso soprattutto per i soggetti più deboli come bambini, anziani, immunodepressi e feti. Le dottoresse Franca Di Giovanni e Ombretta Pellerey del laboratorio di analisi Bioleader, specializzato in sicurezza alimentare spiegano cosa si può fare in cucina per prevenire i rischi.

«In generale i cibi più a rischio sono quelli pronti al consumo come carne cruda o poco cotta, salumi, formaggi prodotti con latte non pastorizzato e prodotti di gastronomia, ma una corretta igiene domestica può aiutarci a prevenire questa infezione» spiegano le dottoresse. È sufficiente cuocere il minestrone per pochi minuti ad una temperatura superiore a 75°C per eliminare il microorganismo, ma per gli alimenti freschi ci sono altri accorgimenti utili. Carne, salumi, formaggi, prodotti di gastronomia come insalata russa e insalate di riso, e più in generale tutti gli alimenti freschi, vanno conservati in frigorifero. Gli alimenti vanno mantenuti in frigorifero e nel congelatore in contenitori chiusi. È preferibile decongelare gli alimenti mettendoli in frigorifero, anche la sera precedente, oppure cuocendoli subito: è da evitare assolutamente lo scongelamento rapido sotto l’acqua calda.

Importante anche la manutenzione di frigoriferi e congelatori, che vanno sbrinati regolarmente per evitare che si accumuli ghiaccio. Nella stagione più calda è necessario lavare molto bene frutta e verdura prima di consumarla cruda. Prima del taglio di meloni e angurie, va tolta accuratamente tutta la terra, magari aiutandosi con una spazzola. Vanno consumati in pochi giorni e conservati in frigorifero coperti o in contenitori chiusi ermeticamente. Bambini, donne in gravidanza e anziani dovrebbero infine evitare di mangiare carne cruda, prodotti affumicati e formaggi prodotti con latte non pastorizzato.

(Ph. Shutterstock)

Tags: ,

Leggi anche questo