Legittima difesa, Bonafede (M5S): «no liberalizzazione armi»

Il ministro della giustizia Alfonso Bonafede (M5S) sembra frenare rispetto alla nuova legge sulle armi e sulla legittima difesa, fortemente voluta dal ministro dell’interno leghista Matteo Salvini, che dovrebbe approdare al Senato nei prossimi giorni. «In nessun modo – ha detto Bonafede – la realizzazione dell’obiettivo riformatore, per come concepito dalla maggioranza, potrà portare alla liberalizzazione delle armi in Italia, la detenzione e il porto delle quali – ha proseguito il ministro – risultano disciplinate da disposizioni normative rigorose sulle quali il Governo non avverte alcuna esigenza di intervenire, trattandosi di leggi che rappresentano, peraltro, strumenti irrinunciabili nella lotta alla criminalità».

Anche il premier Giuseppe Conte ha spiegato che il governo «non vuole incitare alla giustizia privata né all’uso delle armi». Il ministro dell’interno Salvini rassicura: «il mio ultimo obiettivo – aggiunge – è il modello americano, non mi interessa di vendere le armi in tabaccheria. Il modello che preferisco è quello svizzero».

(Fonte: Repubblica.it)

(Ph: Facebook – Alfonso Bonafede)

Tags: ,

Leggi anche questo