Atleta azzurra aggredita: «è razzismo»

Daisy Osakue, l’atleta azzurra di origini nigeriane, intervistata a L’Aria che tira, ha detto la sua versione sull’aggressione che ha subito nella notte da un gruppo di giovani a Moncalieri. «A me non piace usare la carta del razzismo, ma credo che questa volta sia così. Quella zona tutti la conoscono perchè ci sono prostitute di colore. Peccato che io non sono una prostituta. Perché se fosse stata una prostituta non avrebbe neppure denunciato. Invece io voglio che tutti sappiano e che questi ragazzi vengano presi».

Nonostante la sua partecipazione agli Europei sia a rischio perchè l’uovo che l’ha colpita le ha procurato una lesione alla cornea per la quale verrà operata, Osakue non si perde d’animo: «cascasse il mondo, ma a Berlino vado assolutamente. Parto comunque con la squadra, gareggio giovedì».

 

Tags:

Leggi anche questo