Leosini: «chi si trova un ladro in casa ha il diritto di sparare»

La giornalista Franca Leosini, autrice e conduttrice di Storie Maledette, la trasmissione che da anni si occupa della cronaca nera che accade in Italia, intervistata da Libero dice la sua sulla legge sulla legittima difesa. «Questione controversa – ammette -. Premetto che avere armi da fuoco in casa è sempre pericoloso (anche se gli omicidi avvengono con le forbici, o i coltelli…). Ma credo che chi si ritrovi un ladro in casa e spari, abbia il diritto di farlo, specie se in pericolo di vita. E l’idea che chi ha sparato per difendersi possa essere processato per omicidio, mi terrorizza. Certo, se il ladro scappa e gli spari alle spalle cambia tutto. Ma in genere mi inquieta la discrezionalità del giudice».

«Io credo nell’autorità giudiziaria e rispetto la legge – precisa la Leosini -. Ma in 24 anni di Storie Maledette mi colpisce la disparità di valutazione dei giudici a parità di reato. Anche se è vero che i crimini non sono mai sovrapponibili. Sul libero convincimento dei magistrati avrei molto da dire».

Ph: Facebook Storie Maledette

Tags:

Leggi anche questo