Palermo, fratture volontarie per truffare assicurazioni: sgominata banda

400 euro per una gamba rotta, 300 per un braccio. Non a risarcimento di un incidente, ma il compenso per la parte in una truffa alle compagnie assicurative scoperta in Sicilia. I complici accettavano di procurarsi fratture in tutto il corpo per entrare nel giro, facendosi scagliare addosso dall’alto dischi in ghisa da 25 chili, di quelli utilizzati per il sollevamento pesi. Fino a quando una delle “vittime” è morta.

Proprio da quella morte, inizialmente spacciata per investimento stradale, sono iniziate le indagini della squadra mobile di Palermo, che in queste ore sta portando avanti una vasta operazione volta a sgominare due organizzazioni criminali che reclutavano vittime compiacenti dai margini della società: tossicodipendenti, alcolisti e persone con deficit mentali, tutti in gravi difficoltà economiche. Undici i fermi e una cinquantina le persone indagate.

Fonte: Repubblica
(Ph. Shutterstock)

Tags: